La maschera

Scende la sera, tra le calle, lontano dalla ben più ampia e famosa piazza San Marco.

I lampioni si accendono di quella luce color giallo intenso.
Sfumature magiche di colore, complice la tipica nebbia serale, rendono unica, palpabile di mistero, antica e romantica l’atmosfera.
In fondo come potrebbe non esserlo. È Venezia.
Mi emoziona sempre. Addirittura il leggero beccheggio della barca sotto il ponte, diventa musica, tanto semplice da strapparmi un sorriso.

Si, sorrido, anche se nessuno riesce a vederlo.
Tutti questi pensieri che corrono e il cuore che batte, sempre più forte e non riesco a capire se per il passo – la fretta di arrivare – o la paura di incontrarti e rivelarmi.
Paura?
Perché dovrei averne?

Eccoci, la vedo, è lei. Bellissima.
Mi avvicino, lei si stringe a me. Una mano su di me sposta il mio sguardo verso la piazza.
Lui la bacia, mi immagino il sapore delle sue labbra.
Una lacrima e, alla gente che passa – mi guarda – posso solo dire,
buonasera, sono solo una maschera.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: